Dibattito: software libero o proprietario a scuola?

Questo slideshow richiede JavaScript.

Dibattito educativo: software libero o proprietario a scuola

Liceo Scientifico “Galileo Galilei” Ancona

Classe 1^C Scienze applicate

Prof. Valerio Cuccaroni (Storia CIttadinanza Italiano)

 

Introduzione

Per valutare le competenze chiave di cittadinanza, in particolare Imparare a imparare e le Competenze sociali e civiche, è possibile preparare una classe prima ad affrontare un dibattito sull’uso del software libero o proprietario per i sistemi operativi e le piattaforme di e-learning delle scuole statali pubbliche.

 

Prerequisiti

I prerequisiti per affrontare un dibattito in maniera competente sono:

  • lo studio della Democrazia ateniese, con lettura dei discorsi di Pericle e Demostene documentati da Tucidide;
  • lo studio e la pratica del testo argomentativo;
  • lo studio di base dei sistemi operativi (struttura, tipologie, storia)

 

Metodologie

Classe rovesciata, Apprendimento cooperativo, BYOD (uso del proprio dispositivo elettronico).

 

Consegne

Per casa

Studiare i documenti riguardanti il software libero: https://it.wikipedia.org/wiki/Software_libero

https://it.wikipedia.org/wiki/Ubuntu

https://it.wikipedia.org/wiki/Moodle

Fare uno schema sul software libero: cos’è, quando e dove nasce, perché, come funziona, quali sono i maggiori esempi di software libero nei Sistemi operativi (Ubuntu: cos’è, chi lo ha creato, quando, dove, come funziona) e nelle Piattaforme di e-learning (Moodle: cos’è, chi lo ha creato, quando, dove, come funziona).

Rispondere alla domanda, motivando la risposta: il Liceo Galilei dovrebbe usare il sistema operativo Windows + piattaforma e-learning OneDrive o Ubuntu + Moodle?

 

Svolgimento in classe

La classe si divide in due gruppi.

Gruppo A a favore del software proprietario

Gruppo B a favore del software libero

Ogni gruppo ha 10 minuti a testa per organizzare gli interventi.

Ciascun membro del gruppo ha 2 minuti per fornire un’informazione appresa studiando autonomamente le fonti (Imparare a imparare) e esporre un argomento a favore della tesi (Competenze sociali e civiche).

Tempi: 20 minuti di preparazione / 40 minuti di dibattito.

 

Valutazione

Durante la preparazione e lo svolgimento del dibattito, sulla base dei materiali preparati da ciascuno e di ciascun intervento, l’insegnante valuta le seguenti competenze.

 

Imparare a imparare

Imparare a imparare è l’abilità di organizzare il proprio apprendimento sia a individualmente che in gruppo, a seconda delle proprie necessità, e alla consapevolezza relativa a metodi e opportunità. È un’opportunità che permette alla persona di perseguire obiettivi di apprendimento basato su scelte e decisioni prese consapevolmente e autonomamente, per apprendere, ma soprattutto per continuare ad apprendere, lungo tutto l’arco della vita e nella prospettiva di una conoscenza condivisa e di un apprendimento come processo socialmente connotato.

 

Competenze sociali e civiche

Queste includono competenze personali, interpersonali e interculturali e si riferiscono a tutte le forme di comportamento che consentono alle persone di partecipare in efficacemente e costruttivamente alla vita sociale e lavorativa, in modo particolare alla vita in società differenti tra loro, come anche a risolvere i conflitti dove necessario. La competenza civica fornisce alle persone degli strumenti per partecipare pienamente alla vita civile grazie alla conoscenza dei concetti e delle strutture sociopolitiche e attivo.

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: